Maurizio e dintorni

appunti di viaggio….ma non solo

Archivi per il mese di “Maggio, 2014”

Krystyna Trzesniewska

Oggi, martedì 18 maggio, Krystyna Trzesniewska, avrebbe 86 anni se non fosse morta  73 anni fa  nell’inferno di Auschwitz dov’era stata internata proprio il giorno in cui fu scattata questa foto.

Questa e altre le ho viste, e a mia volta le ho scattate nel febbraio 2013, durante una visita al campo di sterminio insieme agli stupendi ragazzi del “treno della memoria”. Sono alcuni degli scatti di Wilhelm Brasse, un ebreo polacco ricordato come il “fotografo di Auschwitz” – scomparso qualche mese fa – che trascorse lì 5 anni. Aveva il compito di documentare tutti i prigionieri che arrivavano per renderne più facili le identificazioni.

Quegli occhi gonfi di lacrime, quel drammatico volto che esprimeva tutta la paura e lo stupore di una ragazzina grande quasi come la mia, mi hanno colpito profondamente ed è il ricordo che porterò per sempre dentro di me di quell’orribile luogo. Ho voluto condividere in qualche modo questo mio stato d’animo affinché non ci scordassimo di lei, di Krystyna e di tutte le altre bambine e bambini eliminati nelle camere a gas o morti di stenti e malattie colpevoli di essere ebrei, zingari, handicappati. Mostruoso!

Il fatto è che ad essere mostruose sono le belve che hanno commesso queste atrocità, individui della nostra stessa specie. Persone che solo qualche anno prima erano tranquilli impiegati, bravi medici, operai, commercianti, magari ottimi studenti, insomma gente normale che conduceva una vita normale e che si è trasformata in breve tempo in una terribile accozzaglia di assassini al servizio della follia nazista. Domandiamoci come è potuta accadere una simile metamorfosi.

Quindi penso alle pillole di odio che ogni giorno vengono espresse in tante pieghe della nostra società, nei confronti dei “diversi”, delle minoranze di DSC02710ogni genere, dei più deboli.
Ecco, vi ho proposto queste immagini sfocate, scattate con una certo senso di colpa affinché si possa riflettere, tutti noi “noi che viviamo sicuri nelle nostre tiepide case, che troviamo tornando a sera il cibo caldo e visi amici: consideriamo se questo è un uomo che lavora nel fango, che non conosce pace, che lotta per mezzo pane, che muore per un si o per un no. Consideriamo se questa è una donna, senza capelli e senza nome…” (ho chiesto ausilio con piccole modifiche a “Se questo è un uomo” di Primo Levi )

Purtroppo i fatti e le guerre più recenti, anche quelle a noi più vicine, sono a testimoniare che “l’uomo” non ha purtroppo fatto tesoro di ciò che ci ha insegnato la storia: pensiamo anche solo ai massacri e alle pulizie etniche perpetrate nella ex Jugoslavia e a ciò che sta accadendo a poche centinai di km. da casa nostra e in tante altre parti della Terra.

Krystyna, voglio ricordarla ogni anno proprio nel giorno del suo compleanno. L’ho intimamente eletta a simbolo di tutto ciò che può essere definito memoria, monito, orrore, solidarietà, libertà, pace. Krystyna la porterò per sempre nel mio cuore e spero che quella foto, più che le mie parole, servino a tutti noi.

Videomessaggio di Silvana per le elezioni di domenica

Su  Accossato.it  oppure su: http://www.youtube.com/watch?v=_niHwZkgE78

 

Domani è il 18 maggio. Appuntamento sulla mia pagina di Facebook.

Non c’è altro da aggiungere se non di ribadire quanto scritto sul titolo. Domani aprite la mia pagina su Facebook, ci sarà una “piccola” sorpresa. Non è possibile darci appuntamento sul blog in quanto devo aver incasinato qualcosa e non funziona l’attivazione delle immagini e a questo proposito chiedo pubblicamente al mio amico Carlog un aiuto, quando potrà. Ciao a tutti, ci vediamo domani.

Ciao

Silvana Accossato, tre voti per il PD, a Collegno, in Piemonte, in Europa.

Su “http://www.accossatosilvana.it” il video con il quale Silvana chiede il voto al Pd

  • affinchè il centrosinistra porti avanti la tradizione politico-amministrativa e soprattutto il buongoverno che fa di  Collegno un comune con una notevole quantità e qualità dei servizi.
  • per riscattare il Piemonte da 5 anni di malgoverno leghista e per permettere a persone serie e qualificate (mi permetto di dire, come Silvana) di evitare alla nostra Regione un triste declino.
  • per contribuire a far si che l’Europa diventi sempre più un unione di popoli, più giusta e di pace.

Aggiungo, per impedire che la deriva populista e demagogica non porti il nostro Paese nel baratro.

La candidatura di Silvana (mia moglie).

 

Importanti precisazioni su:

http://www.accossatosilvana.it/2014/05/03/una-precisazione-importante-sul-voto-e-sulla-mia-candidatura-in-regione/

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: