Maurizio e dintorni

appunti di viaggio….ma non solo

3. “Penna spezzata” a Fiumalbo, Sestola…

uno

Veduta di Sestola

Questa mattina, dopo una lauta colazione, arricchita da una piacevole discussione con la proprietaria del B&B, mi reco in Municipio dove vengo ricevuto dal Sindaco di Pavullo Romano Canovi che, per una ventina di minuti, lascia perdere l’incombente campagna elettorale. Gli ho parlato della storia di Fabrizio Catalano e, grazie all’impegno di Lara (URP del Comune), mi garantisce l’affissione di diverse locandine (che provvederanno a fotocopiare) in questo importante centro dell’Appennino tosco-emiliano.

Come sapete, mi sono impegnato con la Turin Marathon per pubblicizzare la corsa che quest’anno si terrà nel prossimo mese di novembre: l’Atletica Frignanese – che opera nell’omonimo, grande e bellissimo territorio – verrà sensibilizzata dall’Assessorato del Comune di Pavullo. A questo punto, e anche per questo motivo, non posso che augurarmi la conferma elettorale di questa amministrazione.

Parto da Pavullo dopo aver comprato una gustosissima cioppina (tipo quella ferrarese), 5 fette di prosciutto crudo locale e una bottiglietta di lambrusco. Me le gusterò sulla piazza di Sestola http://www.comune.sestola.mo.it, da dove scorgo tre meraviglie: il panorama, la rocca e lo stadio, meta quest’ultimo di molti ritiri estivi del mio amato Bologna http://www.bolognafc.it !

Sestola è semideserta! Non c’è quasi nulla di aperto…del resto è lunedì! Quindi riparto facendo tappa in un luogo consigliatomi dal “Perla”: Fiumalbo http://www.comune.fiumalbo.mo.it. STUPENDA! La guida parla di borgo medievale rifatto nel rinascimento… Trovo subito simpatia e cordialità al “Bar Becca” il primo locale che si trova entrando nella piazzetta del paese. Trovo anche una disponibilità nell’ospitarmi a dormire: è di Fabrizio, un mio coetaneo che ama farsi chiamare “Penna Spezzata”, in ossequio al “popolo degli uomini” (i pellerossa americani). Di professione fa crocifissi e da tre anni dorme sul divano perché a letto non riesce più a coricarsi da quando è stato lasciato dalla donna che continua ad amare. Si ritiene un mistico. Mi accompagna nel suo mini mini-locale dove, accompagnandosi con la chitarra, mi canta una sua canzone…e  “L’uomo che cammina sui pezzi di vetro” di De Gregori. Guardo l’ora e scopro di aver trascorso con lui circa tre ore nelle quali abbiamo parlato un pò di tutto, della sua e della mia vita. Alla fine ci siamo “annusati” e dopo un breve chiarimento ci salutiamo da buoni amici e riparto.

Sull’Abetone la pioggia è l’evento più prossimo e poi è lunedì anche li: desolazione. Decido che domani non tirerò dritto per Pistoia, ma virerò per Porretta e per Pavana, dove abita Guccini, chissà che…..ciao a domani.

Per la notte mi fermo a S. Marcello Pistoiese all’Albergo Il Poggiolo, costruzione anni 30, gestito da madre e figlio. Io l’unico cliente, prezzo 38 euro con colazione! Prima di coricarmi mangio una favolosa minestra di farro nell’unico locale aperto, un pub sulla strada a fianco del Municipio. Massima cortesia nel servizio.

FOTO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: