Maurizio e dintorni

appunti di viaggio….ma non solo

6. La California

Nelle mie intenzioni quella di oggi sarà una giornata di ozio, a partire dalla mattinata in spiaggia, a Cecina Mare. Solo che ci arrivo dopo mezzogiorno. Mi rallenta tutto la dormita galattica, fino alle 10. Il sole filtra tra gli ulivi che circondano la “casina” e solo i suoi raggi mi avvertono che è bene alzarmi, mi preparo la colazione e, piano piano mi avvio verso il mare. L’azzurro e il verde saranno i colori odierni, con tutte le loro meravigliose sfumature. Conto le persone in spiaggia, siamo in quindici, di cui solo cinque gli italiani, me compreso. Gli altri parlano lingue slave, ma non sono badanti. La luce del sole è accecante, solo qualche nuvoletta, giusto per dare un tocco di arte al cielo.

Tomo el sol!

La voglia di una bagno c’è, ma la temperatura fredda anche, quindi – come Peppino diceva a Totò – desisto. Guardo l’orologio è scopro che è iniziato il primo pomeriggio e quindi decido di andare in California. La California è in realtà una piccola località, famosa soprattutto per questo nome decisamente impegnativo…per tutto il pomeriggio avrò in testa la canzone della Nannini.

Per strada mi ispira il cartello che indica un paese che ha dato i natali a Bettini, il campione olimpionico di ciclismo ad Atene: si tratta di Bibbona, dove trovo un altro cartello turistico che mi invita ad andare più all’interno. Rimango sorpreso da tanta bellezza: la “Macchia della Magona” http://www.comune.bibbona.livorno.it/magona/map.htm è uno di quei posti che non si riesce a descrivere, ho provato a fotografarlo per vedere se riuscirò a renderne l’idea. A fare di questo un paesaggio da fiaba sarà forse il connubio del verde di queste colline – che mi viene da paragonare a seni stupendi in un corpo da copertina – con l’azzurro di ciò che gli sta sopra. Sarà!? Sta di fatto che è stato un colpo di fulmine. L’unica persona che vedo in giro è un mio collega, solo più anziano che mi saluta con un “punciorno”. Sicuramente tetesco di cermania…chissà dofera nella metà degli anni quaranta (è sempre ciò che mi chiedo quando a giugno vedo i numerosi anziani tedeschi sulla camminata di Diano Marina). Permettetemi una “minaccia” a chi segue questo blog e che un giorno o l’altro si troveranno a passare da queste parti: non vi faccio più amici se non vi recherete alla “Macchia della Magona”… solo 10 minuti a sud di Cecina.

Poi ancora spiaggia alla marina di Bibbona. Per carità, una bella spiaggia con alle spalle la macchia mediterranea e i cancelletti di legno che portano ai vari campeggi. Ma si tratta di uno di quei posti che personalmente ho sempre cercato di rifuggire, in particolare nell’alta stagione. Tra la statale (o provinciale, o Aurelia che sia) e la spiaggia una marea di residence, alcuni di dubbio gusto (mi ricordano i pesanti condomini sul versante francese delle Alpi) e comunque un luogo allestito per il turismo di massa. Ci sono posti migliori…e comunque mi piace l’insegna con la quale il Comune di Sesto San Giovanni ha intitolato la sua colonia a  Salvador Allende http://www.ossimoro.it/p87.htm. Non è una notizia ma la cosa ha colpito la mia attenzione e ve la butto lì.

Si sta facendo tardi e allora ritorno a Cecina, da Lucarelli Sport, per presentare e per chiedere di pubblicizzare la Turin Marathon. Come probabilmente saprete, in questo viaggio cerco anche di essere utile a questa bella manifestazione torinese alla quale sono legato sin dalla sua prima edizione, quando lavoravo all’Ufficio Sport del Comune. Ricordo le prime difficili riunioni nella quali il “mitico” Luigi Chiabrera – anima, cuore e presidente della Turin Marathon – cercava di spiegare ai politici e ai funzionari di Regione, di Provincia e del Comune di Torino quanto fossero importanti per il territorio eventi sportivi di qualità. L’attenzione del titolare del negozio non mi sembra di quelle intense, come invece lo sarà quella di un funzionario e del consigliere delegato allo sport del Comune che trovo, in “zona Cesarini”, al Palazzo Civico.

L’ora trasmessami dallo stomaco mi avverte che devo cercarmi un ristorante. Ne scelgo uno indicatomi da un collega di lavoro originario di questa parti e che tiene casa a Cecina. Si tratta del Ristorante Pizzeria … prendete nota…”O’ Sole mio” al Porticciolo di Cecina http://www.ristorosolemio.altervista.org. Quando arrivo non ho difficoltà a trovare il tavolo che più mi aggrada in quanto – essendo in effetti un po’ presto – sono il solo avventore in quel momento. Alla fine saranno diversi i tavoli occupati. Vista la mia indecisione di fronte al menù, Samantha, una cameriera brava e graziosa, mi propone le “linguine alla tarantina” con cozze sgusciate e parmigiano “…vedrà che non si pentirà”. Era da tempo che non mangiavo un primo così gustoso, da circa tre anni quando al Rifugio Ragabo ai piedi dell’Etna (Toni, Claudio e consorti più Silvana ne sono testimoni) mangiai una pasta che ancor oggi me la sogno di notte http://www.ragabo.it. Poi melanzane alla griglia, con un goccio di olio e peperoncino, scarpetta di entrambe le portate con pane prodotto da loro, un quarto di bianco della casa e per un attimo ho sentito alle mie orecchie il suono della felicità…anche perché di fronte a me c’era il quadro vivente del mare. Ho fatto conoscenza con tre persone sedutesi al tavolo di fianco. Una pittrice, un brigadiere dei carabinieri, un artigiano. Mi hanno invitato al loro tavolo, ho dovuto mangiare una fetta di pizza “…perché qua fanno la pizza migliore di Cecina”, ho sorseggiato due bicchieri di vermentino, il tempo di sapere che nessuno di loro era toscano (un calabrese, un siciliano e una belga) e scopro che è giunta l’ora di tornare alla “casina” perché il pc mi aspetta. Pago e faccio i complimenti a Nicola, il proprietario, con il quale mi complimento per la qualità del cibo, promettendogli che lo citerò nel mio blog, di cui diventerà lui stesso visitatore. Ne approfitto per salutarlo e per salutare tutti voi.

FOTO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: